NOTIZIE DAL MONDO DEL CAFFÈ

La preparazione di Angelo Segoni al WBC non si ferma mai

SCAE Italia - Sunday, May 29, 2016

LECCE – Stanno lavorando duro, da mesi. L’obiettivo è il WBC, il campionato mondiale baristi caffetteria. Stiamo parlando di Angelo Segoni, il campione italiano in carica e concorrente del WBC che si disputerà a fine giugno a Dublino, e del team che Edo Quarta ha organizzato per supportare preparazione a partecipazione alla sfida mondiale.

“Stiamo dando il massimo, non ci fermiamo mai – spiega Edo Quarta mentre Segoni continua la preparazione affiancato da Vito Spagnolo -: siamo impegnati dalle 8 alle 16 tutti i giorni. Un dato? Per l’allenamento usiamo quotidianamente almeno 4,5 kg di caffè, la quantità di un buon bar. Questo per dare un’idea della mole di lavoro svolta”.

Quarta parla dei lavori in corso e preferisce non parlare di obiettivi. Che però ci sono, visto il grande impegno.

Nel corso della preparazione Angelo Segoni è stato raggiunto da alcuni amici.

Il primo è stato il giudice internazionale Lauro Fioretti “che ci ha dato preziosi suggerimenti su come conquistare il maggior numero di punti possibili”, spiega Edo Quarta.

Al gruppo di lavoro si è anche affiancato Andrea Antonelli: il due volte campione italiano di Latte art ha fornito preziosi suggeriemnti sulla presentazione della bevanda a base di latte che ha sostituito il cappuccino ed è sempre fondamentale per il risultato finale.

Ad alcune giornate della preparazione ha assistito Cristina Caroli, Communication Manager di Scae Italia: riportiamo alcune impressioni a caldo di un’addetta ai lavori sempre molto vicina alle gare dell’associazione.

Racconta Caroli: “Vedere nascere una gara è una esperienza incredibile davvero emozionante che ho vissuto per la prima volta. Questo team condivide tutto: ogni giornata, ogni ora, le pause, i pasti e le colazioni sempre insieme, sempre uniti, è emozionante”.

Precisa Caroli: Li guardi, li ascolti ed entri con loro in una esperienza che ti assorbe completamente. Alla fine anche tu ti ritrovi ad avere nella testa sempre solo quello, quella routine, quei gesti, le parole, la musica e il grande lavoro per rendere tutto perfetto, elegante, armonioso. E’ un lavorio continuo su ogni dettaglio: provare, riprovare e ricominciare daccapo, fare e disfare, pesare ogni parola le giornate volano letteralmente”.

Un parere sull’impegno del team: “Di Angelo Segoni colpisce il mix di dolcezza e determinazione, i movimenti alla macchina che sembrano nel suo dna e la sincronia totale con gli altri elementi del Team, Edoardo Quarta e Vito Spagnolo, con i quali oramai parla e si muove all’unisono. Sono tutti e tre continuamente all’opera tra tazzine da lavare, brani musicali da sincronizzare e campioni di tostatura da valutare. Tutti insieme, vicini, a ridere e …… un secondo dopo a preoccuparsi, per poi trovare insieme la soluzione e uscirne più forti e determinati”.

Caroli è stata conquistata: “Sono stata colpita anche dalla umiltà e impegno con cui il Team Barista Championship non trascura nessun aspetto della gara, affinando ogni volta il lavoro finora sviluppato in autonomia, grazie al confronto con membri autorevoli della community SCAE”.
E conclude con un “Fantastici!”

YANNIS APOSTULOPULOS ALL'ASSEMBLEA DEI SOCI SCAE ITALIA

SCAE Italia - Tuesday, May 17, 2016

ROMA – Grande interesse all’assemblea dei soci per l’intervento di Yannis Apostulopulos di Scae Europe  in merito al tema del momento per l’associazione e gli iscritti: il progetto di unificazione delle due più grandi associazioni mondiali per gli Speciality Coffees.

SCAE ora, (e SCAA successivamente da Giugno) chiede ai propri soci di esprimere un parere in merito ad un progetto di unificazione tra le due entità che vedrebbe la creazione della più grande associazione mondiale per la divulgazione della cultura del caffè.

Quello che si domanda con questo voto ai soci è di approvare l’idea della unificazione, il cui progetto verrà poi sviluppato in maniera profondamente manageriale, attraverso l’apporto di società esterne dedicate, in grado di ottimizzare il patrimonio organizzativo umano e di know how delle due associazioni creando un mix vincente con le rispettive prerogative.

Una spiegazione estremamente dettagliata ed incisiva,quella di Apostulopulos nella quale vengono enunciate le linee guida del progetto, pensato come un’associazione estremamente dinamica , con equilibrio di governance tra le due Associazioni, che viene pensata sì attorno al socio per creare una serie di servizi, di strutture e di obiettivi o mission. Un nuovo soggetto in grado di coinvolgere ed influenzare profondamente tutto il mondo del caffè a tutti livelli.

Altro obiettivo di primo piano della associazione che si andrebbe a costituire, è quello di raggiungere in maniera estremamente incisiva il pubblico inteso come consumatori, in modo tale da sensibilizzarlo ed educarlo al caffè di qualità.

Una grande attenzione sarebbe anche rivolta alla creazione di strutture per i servizi agli associati, divisioni operative snelle, in grado di rispondere in modo dinamico all’esigenza dei soci siano essi baristi come pure aziende o pure Trainer.

L’educazione è l’altro perno fondante della nuova associazione che verrebbe a costituirsi , in quanto viene ritenuto uno degli strumenti il quale divulgare, a tutti i livelli il messaggio di qualità senza compromessi.

L’educazione dei coltivatori che possono adottare nuove metodologie in grado di fornire raccolti sempre più selezionati e interessanti.

L’educazione dei soci, attraverso un sistema formativo che viene pensato come il il compendio degli aspetti migliori dei sistemi adottati dalle due associazioni.

Grande rilievo avrebbe anche la preparazione dei Trainer che dovranno essere in grado di fornire servizi di elevato valore con altrettanto elevata professionalità.

Il tutto sarà sottoposto a severi controlli per verificare le performance dei professionisti e risultati che ottengono.

Di tutto questo lavoro di educazione beneficerebbero anche le aziende sia produttrici che distributrici, che si troverebbero a proporre le proprie soluzioni innovative ad un pubblico di professionisti sempre più competenti in grado di apprezzarle e di ritenere l’investimento in nuove tecnologie un plus.

Apostulopulos ha concluso sottolineando come una associazione così grande e importante potrebbe avere accesso a programmi e finanziamenti di tipo sovrannazionale e ministeriale avendo così nuove risorse da gestire e distribuire alla filiera del caffè di qualità.

Un ultimo sguardo ai giovani che Apostulopulos individua come vera e propria linfa per uno sviluppo dinamico del nuovo soggetto associativo, in grado di garantire ricambio ai vertici.

I risultati del voto sulla unificazione saranno tesi noti al WOC in programma a giugno a Dublino dal 23 al 25 giugno.

Ne riparleremo.

CITY COFFEE TRIP BERLINO 2016

SCAE Italia - Wednesday, May 11, 2016

City Coffee trip a Berlino: l’iniziativa SCAE Italia fa il tutto esaurito

Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna, Puglia, Sicilia, Sardegna, Toscana, queste sono le regioni di provenienza dei partecipanti al City Coffee Trip Berlino 2016, che è in pieno svolgimento nella capitale europea.

City Coffee Trip è una iniziative SCAE ITALIA che anche quest’anno ha potuto contare su Aziende Socie che hanno offerto il proprio appoggio: Motta, Puli Caff e Nuova Simonelli.
Accompagnati da Davide Cobelli Coordinatore Formazione, e da Antonella Cutrona Coordinatrice Eventi, i partecipanti vivono tre giorni di full immersion nell’universo del caffe Speciality di questa interessante capitale, in cui sono presenti numerose eccellenze che fanno parte del mondo SCAE.

Il programma di visite é davvero molto intenso, consente di toccare con mano e visitare luoghi famosi, magari visti solamente su Facebook, dove gustare ottimi caffè, cappuccini, e partecipare a dei cupping esclusivi o tostature. Interessante è anche la conoscenza di colleghi SCAE che operano nei locali.

Gli stimoli sono tantissimi per i partecipanti: innanzitutto avere una visione diretta della realtà di una effervescente capitale europea per quanto attiene la proposta speciality, vedere soluzioni adottate, la comunicazione, l’immagine e la divulgazione al pubblico.

In generale il rapporto con il cliente è friendly ed evoluto, ovvero la proposta di qualità attira clienti esigenti e preparati e lascia le porte aperte alla curiosità e al confronto con il professionista dietro al banco.
Ecco la lista del piacevole tour de force di questi primi due giorni:
Il 10 maggio
Rostatte, No Fire No Glory,Oslo Coffee Bar, Father Carpenters, CK Cafè
L’11 maggio
Happy Baristas, Coffee Profilers, Fenster Coffee, The Barn, Bonanza
La giornata del 12 maggio sarà dedicata ad una parte importantissima e di grande successo del City Coffee Trip: la formazione.

Infatti i partecipanti potranno partecipare e certificarsi ad un livello formativo SCAE a scelta tra SENSORY e BREWING.

Una bellissima esperienza e un upgrade formativo di valore che significano molto, come dimostrano tutti coloro che avendo già partecipato al primo City Coffee Trip, hanno deciso di iscriversi anche a questo.

La carica positiva per tutti partecipanti della scorsa edizione è stata davvero notevole, a conferma del fatto che la conoscenza, la formazione, lo scambio, le esperienze e aprire i propri confini professionali è sempre una scelta vincente.


(Comunicato stampa redatto da Cristina Caroli)


UNIFICAZIONE SCAE/SCAA

SCAE Italia - Monday, May 09, 2016

UNIFICAZIONE SCAE/SCAA: il progetto di una Associazione unica per il Caffè Speciality

Yannis Apostulopulos ospite dell’Assemblea dei Soci SCAE ITALIA il 17 maggio a Roma

Importante appuntamento quello della prossima Assemblea dei Soci SCAE ITALIA che si svolgerà a Roma il 17 maggio 2016, ore 14, presso AROMALAB.

Oltre al consueto incontro con i Coordinatori, i Soci convenuti potranno ascoltare dalla viva voce di Yannis Apostulopulos (FOTO in alto) di SCAE EUROPE le ragioni e gli obiettivi della unificazione.

Infatti, in merito alla unificazione, SCAE EUROPE ha scelto la strada dell’incontro e della informazione capillare dei Soci chiamati al voto, in tutti i Paesi.

Il progetto di creare una unica Associazione mondiale per la tutela del Caffè Speciality nasce dalla crescita costante delle due Associazioni, le quali, grazie alla unificazione, potrebbero sviluppare sinergie davvero importanti e la capacità di influenzare positivamente il mondo del caffè globale, elevando ancora l’asticella della qualità.

Progetti condivisi di sostegno e sviluppo della qualità nei Paesi di origine, sostenibilità dalla produzione al consumo, formazione di tutti coloro che operano nella filiera del caffè, fino al barista, possono in concreto elevare la qualità globale dell’offerta.

Avvicinare l’utente al mondo degli Speciality Coffees significa aumentare la sua capacità di percepire e apprezzare un prodotto qualitativamente più elevato, predisponendolo ad una maggiore, giustificata, spesa.

L’operazione è sicuramente complessa e porterà cambiamenti, ma entrambe le Associazioni sono ottimiste in merito al risultato finale e ai traguardi che potrebbero raggiungere.

I risultati delle operazioni di voto on line, in pieno svolgimento, saranno annunciati durante l’Assemblea Generale Straordinaria (EGM) che si terrà all’Hilton Hotel Paddington di Londra il 23 maggio 2016 alle ore 14 (GMT+1). Durante l’Assemblea sarà presentata a tutti i soci la decisione finale in merito all’unificazione, e saranno fornite informazioni chiave sul futuro della Speciality Coffee Association of Europe.


(Comunicato stampa redatto da Cristina Caroli)


Tutte le emozioni dei campionati italiani disputati alla Fiera di Rimini

SCAE Italia - Thursday, April 28, 2016

SIGEP 2016: tutte le emozioni dei campionati italiani disputati alla Fiera di Rimini



Una bella notizia. La collaborazione tra Scae Italia Communication e Rimini Fiera Sigepha portato ad avere una serie di bellissimi filmati realizzati durante le finali dei Campionati Italiani 2016 a Rimini.

Si tratta di una sintesi delle gare della durata di circa 5 minuti, in cui è possibile ammirare la bravura dei finalisti di quattro discipline: Barista (SOPRA), Latte art, Coffee in good spirits e Brewing.

I link dei video delle altre finali:

http://www.scaeitalia.com/finale-2016-campionato-italiano-latte-art.html

http://www.scaeitalia.com/finale-2016-campionato-italiano-coffee-in-good-spirits.html

http://www.scaeitalia.com/finale-2016-campionato-italiano-brewers-cup.html

Una vera e propria immersione nella eleganza dei gesti dei nostri Baristi, nella accuratezza dei dettagli e nello stile.

“Le immagini sono davvero molto belle – dice Cristina Caroli Communication manager Scae Italia – e sono state realizzate dalla troupe di Francesco Locci che, da molti anni segue con professionalità e passione il mondo delle gare dei circuiti Scae Italia”.

“I filmati sono un vero e proprio biglietto da visita per la nostra Associazione e per i bravi Baristi che vi appaiono, auspichiamo – aggiunge Cristina Caroli – la massima condivisione di queste clip, per fare sì che queste immagini facciano scoprire a tanti baristi e professionisti il mondo delle competizioni. Partecipare alle selezioni ed arrivare alle finali italiane è un un modo per raggiungere livelli di eccellenza professionale e per avere inoltre la opportunità di salire sui più alti gradini del ranking mondiale, con prospettive professionali davvero estremamente interessanti”.

I filmati sono tutti disponibili sul sito SCAE ITALIA www.scaeitalia.com

“Per i prossimi Campionati – sottolinea Caroli – abbiamo già concordato con Rimini Fiera che lavoreremo ancora più intensamente per ottenere prodotti multimediali di grande impatto e per arrivare a pubblicare le performance in versione integrale.
Infatti, per motivi legati alla modificata legge sui diritti d’autore musicali per la pubblicazione in rete, non è stato possibile pubblicare i filmati integrali, che sono invece stati donati ad ognuno dei finalisti come ricordo della partecipazione e come strumento prezioso per verificare la propria prestazione”.

(Comunicato Stampa di Cristina Caroli)

CALIBRATION SCAE PRESSO ASTORIA: TUTTO ESAURITO

SCAE Italia - Thursday, April 21, 2016

SCAE Italia: nuova serie del progetto calibrazione con Luca Ventriglia

Con il giudice internazionale Luca Ventriglia il primo incontro della nuova serie che si è tenuto alla Astoria macchine per caffè professionali. Percorsi per aspiranti giudici o concorrenti



Sono ricominciati con un tutto esaurito, gli appuntamenti con la calibrazione organizzati da SCAE ITALIA grazie all’apporto di Luca Ventriglia, giudice internazionale.

In questo primo appuntamento, i partecipanti, ospiti di Astoria, in una location con sala multimediale e attrezzature di alto livello, hanno potuto approfondire tutti gli aspetti dei regolamenti dei Campionati BARISTI, LATTE ART, BREWING e COFFEE IN GOOD SPIRITS.

Da notare che i corsi di calibrazione sono gratuiti per tutti i soci SCAE Italia, soltanto le spese di spostamento e pernotto sono a carico dei corsisti.
Fa notare Cristina Caroli Communication Manager Scae Italia: “Il progetto calibrazione è importante anche e perché Scae Italia propone queste sessioni di studio e pratica gratuitamente ai propri Soci. Un valore aggiunto notevole per i membri, che possono accedere ad una docenza qualificata ed estremamente specialistica”.
Ma come si svolge la due giorni di calibration?

La formula è consolidata, dopo un approfondimento teorico, con particolare attenzione alle modifiche apportate ai singoli regolamenti,all’ultima versione in vigore e analisi delle chiavi di lettura e interpretative delle regole delle varie discipline, i partecipanti possono porre domande specifiche e ottenere risposte mirate ed esaurienti.

Successivamente si passa alla parte pratica, grazie alle demo di baristi professionisti, che agiscono per simulare la routine di gara delle rispettive discipline.

In questa fase, schede di giudizio alla mano, e sotto la guida di Luca Ventriglia, si compie una vera e propria valutazione tecnica, sensoriale o visual a seconda delle caratteristiche della disciplina in esame e del proprio percorso di aspirante giudice o concorrente.

Per quanto riguarda i giudici: aumentare il numero di giudici qualificati e calibrati, all’interno del sistema gara di SCAE ITALIA porta alla costituzione di giurie di tappa preparate e competenti, in completa sintonia tra loro, e ciò porta a generare delle classifiche omogenee, per designare i finalisti che andranno alla Finale Nazionale a contendersi il titolo.

Oltre all’impegno, che si sottolinea è notevole, in quanto i tempi sono molto serrati per consentire il massimo delle prove degli approfondimenti, il progetto calibrazione si rivela anche una preziosa occasione, di socialità e conoscenza tra persone che hanno un’interesse in comune nel circuito delle competizioni e nella appartenenza a SCAE.

Se avete perso questo incontro, sappiate che presto ne verranno organizzati altri in varie location della penisola per favorire l’accesso di quanti più concorrenti e potenziali giudici interessati.

Per conoscere le prossime date, scrivete a: gq83@msn.com – Luca Ventriglia


Estremamente importante per tutti arrivare a valutare la prestazione con dei parametri codificati, ovvero quelli ufficiali SCAE.

È chiaramente intuibile il valore di una iniziativa come questa, sicuramente preziosa per gli aspiranti concorrenti, che possono in questo modo arrivare a preparare la loro gara con la massima sicurezza grazie all’analisi dei regolamenti, e agli esempi pratici che possono acquisire durante l’esibizione dei colleghi.

(Comunicato stampa redatto da Cristina Caroli)


SCAE A VINITALY: UN SUCCESSO!

SCAE Italia - Monday, April 11, 2016

Scae Italia a Verona per Vinitaly: degustazioni e divulgazione a 360° della cultura del caffè



Grande affluenza di operatori privati e professionali al 50° Vinitaly, nell’area “A TASTE OF COFFEE” che vede la presenza di SCAE ITALIA quale ambasciatrice del caffè di qualità.

La formula messa a punto nel 2015 – ci conferma la Responsabile Comunicazioni SCAE ITALIA Cristina Caroli – si conferma vincente anche quest’anno.

VINITALY si trasforma in un appuntamento imperdibile anche con la cultura del caffè, grazie alla presenza di SCAE ITALIA che, con il prezioso sostegno di aziende socie, è in grado di proporre degustazioni e momenti di divulgazione di alto livello.

”E’ confortante – ci fa notare Caroli – come l’interesse del pubblico per il caffè di qualità e per l’approfondimento degli aspetti legati a questa affascinante bevanda è sicuramente in ascesa, la differenza è evidente già dalla passata edizione: il pubblico appare più informato e molto desideroso di capire di più sul caffè”.

Prosegue Caroli: ”Attenzioni che un tempo venivano riservate ai grandi vini, vengono ora dedicate anche alla nera bevanda, che incuriosisce e attrae, grazie ai metodi alternativi di estrazione come brewing, chemex, aeropress, syphoon. L’estrazione con questi metodi si rivela congeniale alle produzioni caffeicole dai profili sensoriali più fini e complessi. Il variare dell’aroma e del gusto con il cambiamento della temperatura, stupisce i visitatori che assistono alle estrazioni in brewing, affascinati dal rito del caffè, chiedendo molte informazioni”.

”Nel settore espresso – aggiunge sempre Caroli -, risulta sempre attraente la degustazione comparata, possibile allo stand SCAE ITALIA grazie ad una ampia dotazione tecnologica di macchine, grinder e apparecchi di filtrazione e trattamento acque che le aziende Socie hanno messo a disposizione”.

”Le produzioni più interessanti e qualificate di grandi torrefazioni e micro roastery possono essere gustate, anche in comparazione, facendosi guidare dai bravissimi volontari SCAE ITALIA che in questi giorni stanno portando avanti con grande impegno e bravura una somministrazione evoluta e di livello informativo per il pubblico davvero notevole, presentando in modo diffuso i caffè in rotazione”.

”Completano l’offerta i materiali divulgativi messi a disposizione dalle aziende, come schede e altri supporti, nei quali il profilo sensoriale dei caffè è descritto con precisione, come pure le caratteristiche legate a provenienza del caffe, altitudine e lavorazione”.

”Anche da questo tipo di materiale molto completo ed evoluto – prosegue Caroli – siamo in grado di verificare l’evoluzione del mercato verso una proposta allargata agli specialties.
Non manca l’angolo della “blind research” per raccogliere valutazioni alla cieca del pubblico per uno screening di grande interesse”.

”Un discorso a parte lo meritano i workshops, con contenuti di alto livello, e svolti con grande capacità di coinvolgimento del pubblico dai nostri Trainer Autorizzati SCAE ITALIA (AST). Gli argomenti sono veramente interessanti: dal rapporto tra acqua e caffè, alla pulizia per preservare il giusto del caffè, le differenze sensoriali tra caffè d’altura e di pianura e infine, scoprire quale è il filo conduttore che lega tre bevande come tè, caffè e vino. Oppure la cascara, un modo diverso di bere il caffè gustando l’infuso della sua buccia e polpa in macerazione, o un workshop in cui è possibile giocare con i sensi per affinare le percezioni nell’assaggio, fino ai cenni di tostatura una arte antica che ora si avvale di tecniche modernissime”.


SCAE CALIBRATION: ASTORIA

SCAE Italia - Thursday, April 07, 2016

Scae Italia organizza un corso per concorrenti 

e aspiranti giudici di gara




Tornano le calibrazioni a cura di Luca Ventriglia – Giudice Internazionale SCAE (sopra la locandina del corso).

Nei giorni 19 e 20 aprile a Susegana in provincia di Treviso presso la Astoria – macchine per caffè espresso professionali – che ospita il corso nei suoi stabilimenti di via Condotti Bardini, si svolgerà il primo appuntamento.

A disposizione 15 posti, rigorosamente a numero chiuso data la complessità della materia e la necessità che ogni partecipante sia seguito dall’istruttore; la partecipazione è gratuita.

Saranno approfonditi i regolamenti delle gare Barista, Latte art, Brewing e Coffee in good spirits.

Ci saranno Baristi SCAE Italia per le demo delle gare e saranno affrontate tematiche molto interessanti.

Una occasione eccezionale per avere informazioni autorevoli e poter organizzare la tua gara, o intraprendere il percorso di Giudice.

Per maggiori informazioni basta scrivere a LUCA VENTRIGLIA gq83@msn.com .


Scae Italia a Vinitaly per divulgare la cultura del caffè di qualità

SCAE Italia - Wednesday, April 06, 2016

Scae Italia a Vinitaly per divulgare la cultura del caffè di qualità

VERONA – Si rinnova anche quest’anno la presenza di SCAE ITALIA nell’ambito della prestigiosa Fiera Vinitaly, giunta alla 50a edizione, quella dell’anniversario.

La formula “A TASTE OF COFFEE” prevede degustazioni di caffè in espresso e metodi alternativi, in una tre giorni in cui torrefazioni e micro-roaster avranno l’opportunità di servire ad un pubblico dal palato attento le proprie miscele e speciality di riferimento.

Dimostrazioni di metodi alternativi, degustazioni comparative, panel di assaggio, sono molte le attività che saranno sviluppate nello stand SCAE ITALIA.

La formazione e la divulgazione giocano un ruolo fondamentale e di primo piano per SCAE che, anche quest’anno, presenta numerosi workshop open, durante i tre giorni dell’evento, con l’opportunità di divulgare, con competenza, la cultura del caffè.

Si va dalle tecniche di degustazione, al ruolo dell’elemento acqua, della tostatura, a giocare con i sensi per comprendere la percezione dei flavour, a scoprire il viaggio dalla piantagione alla tazzina, o prodotti poco conosciuti e molto altro.

Un programma ricco e vivace che lo scorso anno ha avuto una presenza di pubblico davvero grandissima a che quest’anno, grazie anche alla edizione speciale 50 anni di Vinitaly, sarà di sicuro in aumento.

Tutto questo non sarebbe possibile se SCAE ITALIA non potesse contare sull’apporto delle aziende socie, degli AST SCAE ITALIA e, vogliamo sottolinearlo, dei soci volontari, persone speciali che con il loto entusiasmo e dedizione saranno a servizio del pubblico e della associazione in queste giornate.


(Comunicato stampa redatto da Cristina Caroli)



FINITI I MONDIALI PER GIUDICI E CONCORRENTI SCAE

SCAE Italia - Saturday, April 02, 2016

L’Italia del caffè torna a casa senza titoli mondiali, ma con l’orgoglio di avere, ancora una volta, portato ai campionati concorrenti di alto livello, che hanno dato grande spettacolo ai presenti.

“SCAE ITALIA e i suoi soci, che hanno seguito intensamente queste giornate di gare, esprimono il proprio orgoglio e l’apprezzamento impegno e la dedizione dei nostri Campioni”, afferma Cristina Caroli, Communication Manager Scae Italia.

E aggiunge: “I nostri Giudici Internazionali, Chiara Bergonzi e Luca Ventriglia, hanno giudicato le finali mondiali di Latte Art e Coffee in Good Spirits, un compito delicato e svolto con professionalità e competenza: un altro vanto per SCAE ITALIA che conferma l’altissimo livello di tutti gli elementi che hanno contribuito ai Mondiali di Shanghai”.



(Comunicato stampa redatto da Cristina Caroli)


CONTATTI

SEGUICI

info@scaeitalia.com

Copyright © 2016 SCAE Italia Tutti i diritti riservati. | Website made by ASPPInext